Medaglia d’oro al Valore Atletico

Lunedì 17 giugno a Trieste si è svolta la cerimonia di consegna delle Benemerenze CONI relativa ai risultati 2022. Tra i premiati anche le nostre Maria Elena Zerboni e Samantha Premerl che nel 2022 hanno scritto un’importante pagina di storia della nostra società. Nella meravigliosa cornice dello Starhotels Savoia Excelsior Palace, sono state premiate con la prestigiosa Medaglia d’Oro al Valore Atletico.

Medaglia d’oro al Valore Atletico: i risultati

Nel 2022 le azzurre, impegnate nel due senza pesi leggeri hanno coronato una stagione d’oro. Hanno infatti conquistato nel mese di giugno il Titolo Italiano Under 23 a Piediluco e Assoluto a Corgeno. A fine luglio, sul Lago di Varese, portavano il tricolore sul tetto del mondo nella categoria Under 23, registrando un nuovo record del mondo. A settembre andavano a concludere un anno da sogno prima ad Hazewinkel in Belgio conquistano il Titolo Continentale tra le Under 23, e infine a Radice in Repubblica Ceca conquistando il Titolo Mondiale nella categoria Assoluta.

Campionato Europeo Under 19

Tutto è pronto a Kruszwica in Polonia per il Campionato Europeo Under 19. La prima gara dell’evento è prevista per oggi alle ore 9.30, mentre domenica chiuderà lavori la finalissima dell’otto femminile alle 14.26.

Le nostre azzurre al Campionato Europeo Under 19

A difendere il tricolore al Campionato Europeo di Kruszwica ci sono anche tre “saturnine” che nel corso della stagione hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per competere a livello internazionale. Per la vogata di coppia Tea Fortunat sarà impegnata nel doppio assieme a Viola Della Bella della Canottieri Varese. Saranno 13 le nazioni totali a darsi battaglia per conquistare il titolo continentale nella specialità del doppio femminile: Belgio, Croazia, Repubblica Cieca, Danimarca, Grecia, Ungheria, Lituania, Norvegia, Polonia, Romania, Slovenia e Spagna. Le nazioni occuperanno il campo di regata con 3 batterie di qualificazione nella giornata di sabato alle ore 11.00 circa, mentre domenica ci saranno le semifinali alle 9.20 e 9.25 e la Finale A alle 14.13.

Per quello che riguarda la punta Vittoria Pastorelli e Maria Vittoria Crevatin si sfideranno contro la Romania nel quattro con assieme a Veronica Poletti e Sara Lucia Caterisano della Canottieri Lario, e la timoniera Margherita Fanchi della Canottieri Varese. Le azzurre affronteranno la Preliminary Race oggi alle 9.35, mentre la finale è prevista domenica alle 11.50. Vittoria Pastorelli sarà poi al carrello numero uno dell’ammiraglia femminile contro Austria, Romania e Ucraina. Assieme a lei, sulla formazione azzurra Giorgia Canale e Marta Ravizza della Canottieri Caprera, Letizia Martorana e Carolina Cassani della Canottieri Lario, Margherita Vietri della Canottieri Roma, Sara Lucia Caterisano e Matilde Orsetti della Canottieri Arno e Morgana Maroni della Canottieri Monate al timone. L’otto femminile sarà impegnato nella Preliminary Race oggi alle 11.40 e domani nella Finale A alle 14:26.

Al Campionato Europeo Under 19 di Kruzswica, presente nel ruolo di collaboratore della squadra femminile anche il nostro Federico Parma, braccio destro del Capo Settore Massimo Casula.
In bocca al lupo ai nostri portabandiera

Windermere Cup

Sofia Secoli, Filippo Wiesenfeld e Spartaco Barbo sono stati grandi protagonisti a Seattle, ospiti dell’Università di Washington per disputare la 38ª edizione di una delle regate più prestigiose al mondo: la Windermere Cup.
La delegazione azzurra, accolta oltreoceano, ha sicuramente vissuto un’esperienza unica, partecipando non solo alle competizioni, ma a tanti eventi che hanno reso indimenticabile questa avventura.
Sull’imbarcazione maschile, assieme al nostro timoniere Filippo Wiesenfeld c’erano Andrea Licatalosi-SS Murcarolo, Alessandro Gardino-SC Armida, Francesco Pallozzi-CC Aniene, Edoardo Caramaschi-SC Gavirate, Paolo Covini-Fiamme Gialle/SC Gavirate, Simone Pappalepore-CUS Torino, Nunzio Di Colandrea-Marina Militare e Alessandro Bonamoneta-Fiamme Gialle/SS Murcarolo. Al femminile, in barca con Sofia Secoli a capovoga, c’erano Anna Rossi-SC Caprera, Irene Gattiglia-RCC Cerea, Angelica Merlini-Tevere Remo, Aurora Spirito-SC Gavirate, Eleonora Nichifor-Cerea, Susanna Pedrola-SC Bissolati, Giorgia Sciattella-Tevere Remo e Ilaria Colombo-SC Gavirate al timone.

Sulle acque del Montlake Cut, prima della Windermere Cup è stata disputata la quarta edizione dei Twilight Sprints. La gara di circa 600 metri con partenza sulla linea del traguardo della Windermere Cup, è arrivata alla vecchia ASUW Shellhouse, l’hangar dei “ragazzi del 1936”. Alla gara ha assisto un pubblico numeroso, che ha visto la vittoria della University of Washington sia tra gli uomini che tra le donne, sull’Italia, mentre al terzo posto la University of Wisconsin.
Il medesimo risultato anche nella finalissima della Windermere Cup 2024.
Due regate entusiasmanti con l’otto di Washington a prendere la testa della gara e portarla fino in fondo con l’Italia, per tutti i 2000 metri, ad attaccare per tentare di affiancare e superare la barca di casa. Il tifo da stadio e le sirene degli yacht hanno fatto da cornice al folto pubblico che tifava i tre equipaggi.

Fase Regionale in Barca del Campionato Scolastico

Anche quest’anno il Saturnia è stato società partner di cinque istituti scolastici che dopo la Fase Indoor del 19 marzo hanno partecipato alla Fase Regionale in Barca del Campionato Scolastico. L’evento, svoltosi al Saturnia è iniziato alle 9:30 con le prime qualificazioni ed è terminato verso mezzogiorno con le premiazioni e la consegna delle medaglie da parte delle nostre azzurre Samantha Premerl e Maria Elena Zerboni, ospiti speciali della mattinata.

Altipiano, Julia, Margherita Hack, Marco Polo e Rilke si sono sfidate assieme a tutti gli altri istituti secondari di primo grado della regione aderenti al progetto nelle categorie Ragazzi (prima media) e Cadetti (seconda e terza media) a bordo delle Gig a 4 con timoniere, mentre le scuole di secondo grado a bordo delle Yole a 4. Una bella opportunità per i giovani studenti per prendere in mano i remi e cimentarsi in un nuovo sport.

Tra i Ragazzi, bene l’Istituto Comprensivo Margherita Hack che ha conquistato la medaglia d’argento davanti ad Altipiano terzo, mentre ha brillato tra i Cadetti l’IC Altipiano, aggiudicandosi non solo la medaglia d’oro ma anche il pass per partecipare alla Fase Nazionale del Campionato Scolastico che si terrà a Pusiano il prossimo fine settimana. Al Secondo posto Margherita Hack.

Le parole di Federico Parma dopo la Fase Regionale in barca del Campionato Scolastico

Queste le parole di Federico Parma, Responsabile dei rapporti tra la Federazione e il MIUR al termine della mattinata: “Sono molto soddisfatto di come è andata la giornata, dopo la Fase indoor che ha visto una grande partecipazione, non era semplice mantenere dei numeri così altri anche nella Fase in barca, data la complessità nel preparare i ragazzi e formare gli equipaggi. Tutto ciò è stato però possibile solo grazie al grande lavoro svolto dalle società e dai tecnici regionali, impegnati nel garantire la partecipazione di istituti e studenti.
Tengo a ringraziare inoltre i tecnici delle società anche per l’aiuto e per il costante spirito di collaborazione, fondamentale per portare a termine con successo la manifestazione. Faccio i complimenti a loro e agli insegnanti per i due equipaggi vincitori, con l’augurio di un buon risultato a Pusiano al fine di mantenere alto il nome del Friuli Venezia Giulia.”

Max Linhart al Trofeo CONI

Martedì 30 aprile si è svolta a Monfalcone, presso la sede della SC Timavo, la Fase Regionale del Trofeo CONI. Gli atleti regionali della categoria Cadetti si sono messi alla prova in barca e a terra per qualificarsi alla Fase Nazionale. A ben figurare nel pomeriggio di selezione è stato il nostro Max Linhart, che si è qualificato per rappresentare il canottaggio del Friuli Venezia Giulia a Catania, città che ospiterà l’edizione 2024 dal 3 al 6 ottobre.
L’evento multisportivo, rivolto agli under 14, nel 2023 si svolse in provincia di Potenza, a Senise, dove la nostra Vera Acimovic conquistò il quarto posto. Anche quest’anno al centro della manifestazione ci sarà la valorizzare dell’attività fisica con particolare risalto alla sportività e alla competizione sana.

Per quanto riguarda il canottaggio, a Catania è prevista una squadra di 4 atleti (2 femmine e 2 maschi) per ogni regione. Per il Friuli Venezia Giulia, assieme a Max Linhart ci saranno Sara Barbo (Timavo), Erika Cimolino (Pullino) e Sergio Zuani (SGT Nautica).
Presenti nella giornata di selezioni anche i nostri atleti Maria Eva Contento, Josephine Simeone, Perla Adami, Jacopo Tesei e Jacopo Francesco Odoni.

Fiume in Rosa

Fiume in Rosa ha celebrato la 9° Giornata della Salute della Donna. Anche a Trieste c’è stata una grande partecipazione con quasi 200 vogatrici, appartenenti alle società regionali, che sabato 13 aprile hanno colorato di rosa il Bacino San Giusto. Con partenza dalla sede del Dopolavoro Ferroviario, le imbarcazioni (regolamentari e di coastal) hanno sfilato fino a raggiungere il Molo Audace, accolte dal pubblico che ha animato le rive, salutandolo davanti a Piazza Unità d’Italia con il tradizionale “alzaremi”.
Una manifestazione particolarmente sentita quella di Fiume in Rosa, che ha visto coinvolte contemporaneamente 30 città in tutta Italia, con lo scopo di diffondere la cultura della prevenzione e contribuire ad affrontare il tema della salute al femminile.
Presente sabato mattina all’evento anche il Saturnia con il nostro gruppo Master che contava per l’occasione circa 25 partecipanti.

Fiume in Rosa è una manifestazione ideata dalla Fondazione Atena Onlus e promossa anche dal Ministero della Salute che aiuta moltissime donne ad avere accesso a informazioni e screening gratuiti su tutto il territorio nazionale, grazie all’adesione di numerosi ospedali, strutture sanitarie e associazioni locali, testimone la dott.ssa Marina Bortul, Direttore della SSC Breast Unit dell’ASUGI, che ha partecipato all’evento al timone di una delle yole da mare. (Ustolin: Canottaggiofvg.org)

Buon compleanno Spartaco!

Oggi il nostro tecnico Spartaco Barbo spegne 60 candeline!

Direttore Tecnico al Circolo Canottieri Saturnia da più di 20 anni, Capo Allenatore del settore Under 23 maschile e non olimpico e Coordinatore del Settore Acque Libere, Spartaco è, come si definisce, un allenatore esperto. Gli oltre 30 anni di esperienza, infatti, lo rendono un importante punto di riferimento per il mondo del remo che l’ha visto protagonista, con i suoi atleti, di tanti emozionanti successi.

Figlio d’arte, ha vissuto a contatto con questo sport fin da piccolo, con l’immancabile appuntamento nel fine settimana, da cui inizia il suo amore verso la disciplina, quando con il padre andava alla SC Timavo a respirare il canottaggio.
Spronato dalla madre e dalla sorella, che hanno sempre visto in lui delle ottime capacità e lo hanno indirizzato verso il mondo sportivo, convinte che dovesse essere la sua vita, ha scelto di dedicare la propria carriera al canottaggio e allo sport investendo tempo, energie, determinazione e creando sempre nuovi obiettivi da centrare.
Spartaco, che da sempre si mette in gioco senza mai accontentarsi, lo fa rimanendo accanto ai propri atleti, non solo durante la carriera agonistica, ma anche successivamente. La condivisione di giornate indimenticabili, e i momenti di gioia e di difficoltà affrontati assieme, creano infatti legami speciali e rapporti sinceri che proseguono nella vita nonostante i ragazzi possano prendere strade diverse.

Spartaco durante un’intervista nel 2021 ha dichiarato: “Mi auguro di continuare a far crescere nuovi canottieri e di aiutarli a far realizzare i loro sogni. Per me è stato e sarà sempre un piacere accompagnarli nel loro percorso in cui investono tempo ed energie.” Noi ci uniamo a tutto ciò, augurandogli di continuare nel suo lavoro con la determinazione e la passione che lo caratterizzano e aggiungiamo un caloroso in bocca al lupo per la Prima Coppa del Mondo di Varese dove Spartaco sta trascorrendo questa giornata speciale!

Buon compleanno Spartaco!

Il Saturnia a Linea Verde Life

2023: un anno da incorniciare

Si sono svolte, venerdì 16 febbraio le premiazioni della stagione 2023 durante l’Assemblea Ordinaria del Comitato Regionale FVG.

Tra quelli messi in palio, il CC Saturnia ha conquistato il trofeo Enea Salvi, Ciano Valente, Mario Justin e Coppa Foemina.

La premiazione è stata l’occasione per ripercorrere i successi della stagione, un modo per ricordare i titoli italiani conquistati e le maglie azzurre che hanno arricchito, ancora una volta, il nostro circolo.

A Gavirate sono andati in scena i Campionati Italiani di categoria, due eventi in cui Under 19, Senior e Pesi Leggeri prima, e Under 17 e Under 23 dopo, hanno avuto la possibilità di raccogliere i titoli tricolori. Maja Antoni, Maria Vittoria Crevatin, Giorgia Gregorutti e Vittoria Pastorelli si laureavano Campionesse Italiane nel 4- Under 19, così come Benedetta Pahor, Samantha Premerl, Sofia Secoli e Maria Elena Zerboni facevano tra le Senior, primeggiando nella categoria superiore. Successo anche in campo Under 23 dove giungevano due titoli tutti al femminile con il quattro senza di Premerl, Pahor, Secoli e Zerboni. Le ultime tre firmavano la doppietta conquistando insieme a Ilaria Macchi e alle più giovani Giulia Barini, Crevatin, Gregorutti e Pastorelli il primo posto con l’ammiraglia, timonate dall’insuperabile Filippo Wiesenfeld.

Ancora successi ai tricolori di fondo di San Giorgio di Nogaro dove, in due senza vincevano tra i Senior Evan Benvenuto e Gustavo Ferrio al maschile e Premer e Zerboni al femminile, mentre tra le Under 19 Crevatin e Pastorelli.

Al Campionato Italiano di società vittoria per il quadruplo Senior Mix con i già citati Barini e Benvenuto assieme ad Annalisa Cozzarini e Andrea Serafino. 

I titoli italiani non terminavano qui, si aggiungeva infatti a Salerno il poker nel Beach Sprint con la vittoria del doppio Senior Mix (Cozzarini e Serafino), il quattro Senior Mix con timoniere (Benvenuto, Ferrio, Premerl, Zerboni e Wiesenfeld), il doppio Under 19 di Crevatin e Pastorelli che conquistavano anche il quattro Under 19 Mix assieme a Ienco e Bordeinii (che ottenevano il primo titolo di carriera) e timonati da Barini.

In gara con la rappresentativa dell’Ateneo di Insubria, Premerl otteneva due titoli italiani Universitari nel due senza e nel quattro di coppia.

In campo internazionale erano numerose le presenze dei nostri atleti in giro per il mondo: al Memorial Paolo D’Aloja di Piediluco, Giorgia Gregorutti conquistava due ori nel doppio Under 19, mentre in campo Senior Benedetta Pahor e Sofia Secoli erano terze nel quattro senza. In maglia azzurra anche Zerboni, Wiesenfeld, Benvenuto, Premerl e Antonio Distefano.

A livello continentale, sono state cinque le atlete che hanno rappresentato il tricolore: Gregorutti ha conquistato la medaglia d’oro agli Europei Under 19, mentre Secoli otteneva una storica medaglia di bronzo agli Europei Assoluti con l’ammiraglia. Barini, impegnata alla Coupe de la Jeunesse, saliva due volte sul podio conquistando l’argento e il bronzo con l’otto, mentre si cimentava nel singolo alla Coupe di Beach Sprint, dove Crevatin e Pastorelli, nel doppio vincevano la medaglia d’argento.

In Francia andava in scena il Mondiale Under 19 dove Crevatin e Pastorelli gareggiavano nell’otto e Gregorutti conquistava un’importante medaglia di bronzo nel doppio.

Zerboni e Wiesenfeld si laureavano Campioni del Mondo Under 23, rispettivamente nel quattro di coppia Pesi Leggeri e nel quattro con maschile. A rappresentare l’Italia all’evento anche Premerl (6 posto), Pahor (6 posto), Macchi (7 posto) e Distefano (riserva). Secoli, che al Mondiale Under 23 conquistava il 4 posto nel quattro con femminile, partecipava poi a Belgrado al Mondiale Assoluto di settembre come riserva. 

Ai Giochi Mondiali Universitari, Ferrio conquistava la medaglia d’argento nel quattro senza e il quarto posto nell’otto, mentre Zerboni era di bronzo nell’ammiraglia e ai piedi del podio nel quattro senza.

Per quanto riguarda il Beach Sprint, Cozzarini conquistava la medaglia d’argento ai Mediterranean Beach Games con la staffetta e partecipava all’Europeo tenutosi in Spagna in singolo. Barletta ospitava infine il Campionato del Mondo, un maxi evento dove i nostri atleti salivano tre volte sul podio. Cozzarini e Serafino conquistavano la medaglia di bronzo nel doppio Senior Mix, mentre era vicecampione del mondo il quattro Senior Mix di Ferrio, Premerl e Zerboni, con Wiesenfeld al timone. Dopo il posticipo della finale, Crevatin e Pastorelli vincevano la medaglia d’oro nel doppio Under 19, laureandosi Campionesse del Mondo.

Al termine dell’evento, Stefano Gioia è stato premiato per avere ottenuto con la squadra Under 15 il primo posto regionale. Successivamente sono stati omaggiati i tecnici responsabili degli atleti citati nel corso della serata, tra cui Spartaco Barbo che veniva infine riconosciuto anche come “Tecnico dell’Anno” tra i Protagonisti della Stagione 2023, votati dai tecnici regionali.

A Maria Vittoria Crevatin e Vittoria Pastorelli la Borsa di Studio “Studi e Remo – Stelio Borri” del CONI.

Foto di Lorenzo Noce

IL COMMENTO DI SPARTACO BARBO

Allenatore del CC Saturnia e responsabile FIC per il Coastal Rowing

“È stato un mondiale bellissimo, una partecipazione notevole e un livello sempre più alto. L’organizzazione di Barletta è stata speciale, ci siamo sentiti a casa e coccolati e il pubblico è stato fantastico: noi canottieri non siamo abituati a gareggiare in un’arena con così tante persone a tifare Italia ed è stato davvero bello.

Gareggiare sotto gli occhi del presidente e del segretario federale, del direttore tecnico, del presidente di World Rowing Rolland, del responsabile del Coastal Rowing mondiale e ricevere i loro complimenti per come si è comportata la squadra italiana e per quello che abbiamo dimostrato al mondo intero è veramente molto gratificante per un tecnico.

Sono molto soddisfatto dei risultati della squadra italiana, siamo stati super adeguati per il livello della manifestazione.

E non posso non essere contento e soddisfatto dei risultati del C. C. Saturnia, su 20 azzurri, 8 erano della nostra Società e tutti tornano a casa con una medaglia, una per colore e per specialità a testimonianza dell’ottimo lavoro fatto a casa. Non nascondo che mi sento sempre tanto responsabile quando propongo nuovi progetti perché so che tutti devono mettere energie: gli atleti mettono tempo e motivazione, i dirigenti, la società investe riserve economiche e le famiglie stesse. Quando tutti sono soddisfatti e portiamo a casa un risultato, sento che questa responsabilità ha dato i suoi frutti e quando i ragazzi ti seguono con entusiasmo e grande volontà è davvero bello.

Il 4mix ha fatto il massimo, contro una compagine americana frutto di selezioni importanti e preparata al massimo, siamo stati bravi, abbiamo combattuto fino alla fine arrivando in boa con un secondo di svantaggio. Purtroppo, non abbiamo preso delle onde buone, mentre loro hanno surfato e preso il vantaggio che li ha portati a chiudere la regata.

Il 2mix si è comportato benissimo, non era facile per i tanti avversari ma soprattutto perché potendo diventare specialità olimpica, tutte le nazioni hanno messo in gara i migliori atleti. Conquistando la medaglia di bronzo, abbiamo battuto anche i campioni europei in carica e questo la dice lunga sul fatto che quando si vogliono le cose e si lavora con serietà e grande determinazione si possono ottenere.

Grazie al Saturnia, Grazie alla Federazione Italiana Canottaggio.”